TUNISIA DA VIVERE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO TURISTICO, SOCIALE, CULTURALE ED ECONOMICO

E PER IL BENESSERE, L'AMICIZIA E LA COOPERAZIONE

ITALO TUNISINA

 

TRASFERIMENTO  IN TUNISIA SENZA PROBLEMI CON IL NOSTRO SERVIZIO ASSISTENZA

Aprire un conto corrente  - Permesso di soggiorno - Residenza in Tunisia - Pensionati italiani in Tunisia - Immatricolazione auto - Sistema sanitario - Guardia Nazionale (Polizia) e Sicurezza - Aeroporti  - Porti - Trasporti - Autostrade e strade - Chiese e Cimiteri Cattolici - Telefonia Gestori e servizi - Fare impresa in Tunisia - Per tutte le emergenze in Tunisia

  

 
 

 

Home
CHI SIAMO
NOTIZIE UTILI
Servizio ASSISTENZA
STORIA
GEOGRAFIA
CLIMA
ISCRIZIONE
NEWS
M0NDIALI 2014
CALCIO X LA PACE
DICONO DI NOI

 


GEOGRAFIA DELLA TUNISIA

Tunisia (nome ufficiale Al-Jumhūrīya at Tūnusīya, Repubblica di Tunisia), stato dell’Africa settentrionale; a nord e a est è bagnato dal mar Mediterraneo, a sud-est confina con la Libia e a ovest con l’Algeria. La superficie totale del paese è di 164.418 km² e l’estensione costiera è di 1.148 km; la capitale è Tunisi. La Tunisia è uno dei paesi del Maghreb, riuniti dal 1989 all’interno dell’Unione del Maghreb arabo.

La Tunisia è divisa in ventiquattro governatorati: Al Kaf, Al Mahdiyah, Al Munastir, Al Qasrayn, Aryanah, Bajah, Bin’ Arus, Biserta, Jundubah, Kairouan, Gabès, Gafsa, Madanin, Manubah, Nabul, Qibili, Sfax, Sidi Bu Zayd, Silyanah, Susa, Tatauin, Tawzar, Tunisi, Zaghwan.


La capitale Tunisi, maggiore agglomerato urbano nonché polo culturale del paese, è anche un importante centro portuale. Altre città di rilievo sono Biserta, Sfax, Susa, Kairouan e Hammamet.

 

La Tunisia può essere suddivisa in quattro principali regioni fisiche: la catena dell’Atlante, la valle della Medjerda, la regione degli chotts e il sahara tunisino. Un terzo del territorio tunisino è occupato dai contrafforti orientali dei monti dell’Atlante, che si snodano nel nord del paese e costituiscono la prosecuzione dell’Atlante Telliano e dell’Atlante Sahariano algerini.

 

Territorio e risorse naturali di Tunisia

Le vette delle due catene, che digradano a est su una fascia costiera pianeggiante, hanno altezze modeste (tra i 600 m e i 1.600 m) e culminano nel Jebel Chambi (1.544 m). La Medjerda, maggiore fiume del paese, sfocia nel golfo di Tunisi dopo aver attraversato una fertile vallata incuneata tra i monti. Nella sezione centrale del territorio tunisino i rilievi lasciano il posto a un vasto altopiano che, raggiungendo in media i 600 m di altezza, discende gradualmente verso gli chotts, bacini lacustri salmastri situati sotto il livello del mare. Il maggiore di questi è lo Chott Djerid. Scendendo verso sud, gli chotts si congiungono al deserto del Sahara, punteggiato da oasi, che copre circa il 40% della superficie complessiva della Tunisia; la sezione occidentale del Sahara tunisino è occupata dal deserto sabbioso del Grande Erg Orientale. La costa, rocciosa a nord e sabbiosa a sud-est, è inframmezzata da numerose insenature e golfi, tra cui il golfo di Gabès, che racchiude le isole di Djerba e di Kerkenna, e il golfo di Hamammet. La penisola di Capo Bon, estrema punta orientale della Tunisia protesa nel canale di Sicilia, dista circa 150 km dalle coste della Sicilia.